STRUMENTI DIGITALI PER LA TRANSIZIONE ECOLOGICA NEL TURISMO

Facebooktwitterlinkedinmail

Un network europeo per diffondere comportamenti e pratiche sostenibili tra i protagonisti del settore turistico: una formazione online disponibile in quattro lingue per tour operator e agenzie di viaggio, una app per gestori dei servizi turistici (trasporto, ospitalità, ristorazione)  e un gioco per i viaggiatori

I partner

L’associazione ATR (Francia) è capofila di un progetto ERASMUS+, cofinanziato dalla Commissione Europea, per contribuire alla lotta ai cambiamenti climatici e la riduzione dell’impatto ambientale del settore turistico. Lanciato ufficialmente in Italia il 14 e 15 marzo 2022 nella città di Bologna, il progetto ATRE – Agire per un turismo responsabile europeo si svolgerà da gennaio 2022 a giugno 2024 in collaborazione con MKP in Grecia, AITR – Associazione italiana Turismo Responsabile in Italia, KOAN Consulting in Spagna, Belgium Travel Confederation in Belgio e TravelPro Formations in Francia.

Turismo e impatto ambientale

In linea con l’Accordo di Parigi e il Patto Verde Europeo, il 6° rapporto IPCC spiega che «dobbiamo riuscire a invertire la curva delle emissioni di gas serra entro il 2025 se l’umanità vuole mantenere un pianeta “vivibile”».

Per raggiungere questo obiettivo, i partner del progetto ATRE diffonderanno, nelle rispettive aree geografiche, strumenti per educare gli adulti sui temi (perché agire?) e sulle buone pratiche (come agire?) nel campo dei viaggi low carbon.

Infatti, il turismo è sia una vittima che un “agente” del Cambiamento Climatico: le risorse naturali e ambientali, che rappresentano una parte fondamentale dei prodotti e dei servizi turistici, sono minacciate dal cambiamento climatico; al contempo l’industria turistica ha un impatto ambientale non trascurabile; basti pensare all’impiego di risorse energetiche e idriche, alla produzione di rifiuti e, non ultima, all’emissione di CO2. In effetti, il turismo rappresenta quasi il 10% delle emissioni mondiali di gas serra, la maggior parte delle quali sono causate dai trasporti.  È questa la premessa su cui si è partiti per sviluppare il progetto.

Gli strumenti digitali

Diffondere la conoscenza del fenomeno climatico, fornire strumenti friendly per monitorare l’impronta carbonio, indicare semplici pratiche per la riduzione dell’impatto ambientale sono questi gli asset strategici del progetto.

Il progetto si propone di sviluppare tre strumenti digitali, che possano informare, contribuire a un cambiamento nella governance delle risorse ambientali e a un behavior change nei tre gruppi-target che costituiscono i pilastri e il motore del settore turistico:

  • Alle Agenzie di viaggio e i tour operator è destinato un MOOC: una formazione online 
  • Per ai fornitori di servizi turistici (trasporti, alloggi, guide ecc.) sarà dedicata un’APP in grado di misurare la propria footprint e di introdurre soluzioni sostenibili nella gestione dei servizi.
  • E infine, per i viaggiatori, un gioco online, coerentemente con la nuova tendenza della gamification al servizio della comunità.

Ciascuno di questi strumenti offre un sistema semplice  per valutare la carbon footprint, suggerisce semplici pratiche ecologiche per ridurre le emissioni e illustra diverse best practice del panorama turistico.

Attraverso precise azioni di comunicazione ed eventi di sensibilizzazione si mira a diffondere capillarmente questi strumenti nei cinque paesi europei coinvolti nel progetto, soprattutto grazie a una rete di “ambasciatori-promoter”. 

Vuoi contribuire al progetto ATRE?

Puoi farlo raccontandoci una buona pratica di rispetto ambientale in ambito turistico che hai sperimentato personalmente sia come viaggiatore sia come imprenditore/lavoratore del settore.

Compila questo breve >>QUESTIONARIO<<

Scarica il Vademecum del Viaggiatore responsabile di AITR: qualche semplice indicazione per rispettare l’ambiente, la comunità locale e goderti il viaggio appieno: LINK

Facebooktwitterlinkedinmail