top of page
  • Immagine del redattoreAITR

Si è conclusa con 360 eventi la XIV edizione del Festival IT.A.CÀ


Si è conclusa con 360 eventi la XIV edizione del Festival IT.A.CÀ

Foto di Taranto Art Drone per la tappa Taranto e terra delle gravine 2022


Dopo 7 mesi di eventi realizzati dalle 24 tappe in 14 Regioni italianeUmbria, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Campania, Valle d’Aosta, Puglia, Sicilia, Sardegna, Trentino, Lombardia, Piemonte, Marche, Liguria – la XIV edizione di IT.A.CÀ si chiude con un trionfo in termini di presenze: sono state infatti circa 35.000 le persone che hanno partecipato ai 360 eventi diffusi in oltre 50 località. Di questi 360, sono stati ben 102 gli eventi caratterizzati da itinerari a piedi e oltre 160 sono stati gli eventi completamente accessibili.


VOLANTINO - per me habitaté

Tanti i territori coinvolti, le aree interne che hanno preso parte, tantissime le escursioni, i trekking e i tour in bici organizzati. Molte tappe del festival quest’anno hanno scelto di puntare ai mesi di settembre e ottobre, anziché all’estate, per proporre al pubblico la propria declinazione del tema 2022 (Habitat – Abitare il futuro). Una decisione che, non solo è in linea con la scelta di destagionalizzare sempre più l’offerta turistica nella nostra Penisola, ma si è rivelata anche vincente: IT.A.CÀ ha infatti registrato in questa edizione un record assoluto di partecipazione.


I SOCI AITR COINVOLTI NEL FESTIVAL


AITR quest’anno si è sentita particolarmente coinvolta per due motivi: abbiamo concesso il nostro patrocinio e sostegno a tutto il Festival, ma soprattutto 5 sono state le tappe, coordinate da nostri soci e tanti sono stati i soci coinvolti.

Tanti sono stati i soci inoltre coinvolti nelle varie tappe come partner. La Palomba a Taranto, Il volo della Rondine nella tappa di Marina di Camerota, e poi ancora Legambiente, Altreconomia, Equotube, Arci nelle altre tappe.


tappa tour - vigna

Sono iniziati i lavori della XV edizione


Adesso, la rete del festival, composta da oltre 750 realtà nazionali e internazionali, è già al lavoro per costruire il programma della prossima edizione, la quindicesima, che si preannuncia ricca di novità: per non smettere di riflettere e agire sulla reale sostenibilità del turismo responsabile come leva per lo sviluppo dei territori, perché moltiplica il potenziale educativo intrinseco alla pratica turistica, coniugando così lo sviluppo del turismo con il benessere dei cittadini.


Il coinvolgimento di AITR


AITR sostiene il Festival dai suoi esordi, quando ancora c’era una sola tappa, una sola Regione e pochi giorni di evento. Oggi vedere e leggere certi numeri ci fa emozionare ed entusiasmare, perché è segno che l’interesse delle comunità e dei territori a parlare e portare certi valori si è ampiamente diffuso negli anni. Noi di AITR saremo presenti il 28 e 29 gennaio a Bologna per lavorare insieme a tutte le tappe nell’individuazione del percorso migliore per andare avanti, insieme.


Post recenti

Mostra tutti
bottom of page