“Il ministero del turismo è una grande svolta”

Facebooktwitterlinkedinmail

La dichiarazione del Presidente di AITR successiva alla riattivazione di un Ministero dedicato al TURISMO.

Flags at the Palazzo Chigi at the Piazza Colonna in Rome – Residence of the Italian Prime Minister – Italy.

La ricostituzione del Ministero del Turismo è un evento epocale. Da anni richiesta dalle associazioni di settore, finalmente è stata approvata: questo il commento di Maurizio Davolio, presidente dell’Associazione Italiana Turismo Responsabile, promotrice di Alleanza Mobilità Dolce. 

Il turismo è un comparto strategico in Italia, e la sua collocazione, per altro ondivaga, fra Presidenza del Consiglio, Ministero della Cultura, dei Trasporti, dell’Agricoltura non poteva corrispondere alla sua rilevanza economica e sociale e alla sua complessa identità e natura. La scelta di un Ministro con alle spalle un’adeguata esperienza politica costituisce un ulteriore elemento di conforto. Dunque, si parte bene. Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha anche citato il turismo nei suoi discorso d’insediamento alle Camere, riconoscendo la sua importanza, la necessità di sostenere le imprese così duramente colpite dalla pandemia, l’esigenza di pensare anche al cambiamento.

Il turismo è certamente il comparto che ha subito i maggiori danni dalla pandemia, e vive ancor oggi in una situazione di enorme difficoltà,  di grande incertezza, con una prospettiva di ripresa lenta e forse neppure completa. In questa situazione noi crediamo sia opportuno compiere delle riflessioni approfondite sull’opportunità che oggi si presenta per avviare dei cambiamenti  profondi, per orientare l’offerta turistica a scelte sia di sostenibilità ambientale che di ricerca di rapporti equilibrati e rispettosi nei confronti della popolazione locale.

Il turismo deve produrre benefici senza causare criticità, né ambientali né sociali, deve svilupparsi nel rispetto dell’ambiente, che nel turismo costituisce una preziosa componente del prodotto, e della vita civile delle comunità che vivono nei territori di destinazione.

Al Ministero denominato per ora “Coordinamento di iniziative nel settore del turismo”  perché ancora si deve materialmente costituire, è stato nominato Ministro l’on. Massimo Garavaglia, deputato della Lega. Ovviamente vedremo la strategia, l’impostazione delle attività ed i passi concreti che saranno decisi per il futuro del turismo Italiano.

Anche a lui abbiamo inviato le 7 proposte AMODO dedicate alla mobilità attiva, dolce e al turismo sostenibile, per migliorare il Piano Nazionale di ripresa e resilienza “Next Generation Italia”.

Facebooktwitterlinkedinmail