Festival della letteratura di Viaggio a Roma – XII edizione

Facebooktwitterlinkedinmail

Anche quest’anno torna il Festival della Letteratura di Viaggio, con la sua dodicesima edizione: a Roma, dal 7 al 21 settembre 2021. Un appuntamento importante, che AITR è felice ed entusiasta di patrocinare e presenziare.

Un invito al viaggio, come scoperta e conoscenza di luoghi da attraversare e culture da accostare, accanto o altrove. Promosso dal 2008 da Società Geografica Italiana, il Festival è dedicato al racconto del mondo, vicino e lontano, attraverso diverse discipline e forme di narrazione del viaggio, di genti e contesti, di paesaggi e umanità: dalla geografia all’antropologia, dalla letteratura al giornalismo, dalla fotografia al cinema, dalla televisione al fumetto. Un mix di incontri-conversazioni, premi, proiezioni, laboratori, passeggiate.

L’organizzazione della XII edizione del Festival sarà a cura dell’associazione Cultura del Viaggio, con la collaborazione di Zètema Progetto Cultura. Gli appuntamenti saranno concentrati nel mese di settembre 2021, con alcune appendici in ottobre in via di definizione. La modalità di realizzazione degli eventi sarà il più possibile doppia: fisica (in presenza) e digitale (da remoto), naturalmente in conformità con le disposizioni in materia di emergenza pandemica.

Tra gli eventi, alcuni ricorderanno anniversari del 2021, come anche altri del 2020 che non si è riusciti a celebrare lo scorso anno. Dal Sommo Poeta Dante Alighieri (in occasione dei 700 anni dalla scomparsa) allo scrittore inglese Bruce Chatwin (a 80 anni dalla nascita). Dal navigatore ed esploratore portoghese Ferdinando Magellano (a 500 anni dalla scomparsa nel corso della prima circumnavigazione del globo) al Barone di Münchhausen (a 300 anni dalla nascita del personaggio a cui si è ispirato Rudolf Erich Raspe per il protagonista del romanzo). Fino ai 60 anni dalla scomparsa, un giorno dopo l’altro nel luglio del 1961, di due giganti della letteratura del Novecento: lo scrittore francese Louis-Ferdinand Céline e lo scrittore statunitense Ernest Hemingway. Agli anniversari si aggiungeranno due omaggi, in memoria: del giornalista e ambientalista Antonio Cederna, nel centenario della nascita, e del giornalista e scrittore Stefano Malatesta, grande narratore di storie e viaggi, presidente onorario del Festival, scomparso un anno fa.

Al di là degli incontri, tra le altre attività si segnalano in particolare i laboratori e le passeggiate tematiche, con obbligo di prenotazione e a partecipazione gratuita. I laboratori-workshop saranno dedicati a: reportage (fotografia, scrittura, video), sceneggiatura per graphic novel, geografia per bambini, ambiente e clima, identità e fantasia, travel blogging. Le passeggiate (letterarie, geografiche, antropologiche, storiche, fotografiche, botaniche, zoologiche) saranno naturalmente a piedi, all’aperto, in compagnia di un esperto, in collaborazione con enti e associazioni.

Tra le presenze confermate: Igiaba Scego e Medici senza Frontiere per il Premio Navicella d’Oro; Fabrizio Gatti e Domenico Iannacone per il Premio Kapuściński; i nuovi libri di Paolo Rumiz ed Emanuele Trevi; il podcast dal vivo di Giorgia e Gianrico Carofiglio; il ruolo dei traduttori con Melania Mazzucco e Nadia Fusini; le proiezioni di film e documentari su Bruce Chatwin e Ryszard Kapuściński; la gran parte dei laboratori e delle passeggiate; gli eventi dedicati a geografia, archeologia, reportage, traduzioni; focus su isole minori, vie e cammini, turismo sostenibile e responsabile.

Mi raccomando partecipate!

Facebooktwitterlinkedinmail