Casematte e Casemattari

Facebooktwitterlinkedinmail

Un evento di turismo responsabile e solidale in occasione della prima tappa del Festival IT.A.CÀ a Taranto


Vivere a Taranto è come vivere all’interno di una conchiglia, di un’ostrica aperta”. Pier Paolo Pasolini

Il festival di turismo responsabile IT.A.CÀ migranti e viaggiatori ha attraversato il Bel Paese dal Nord al Sud Italia per una decade ed ora, nella sua 12°edizione, farà tappa per la prima volta nella città di Taranto con eventi dedicati al turismo responsabile. Scopo di IT.A.CÀ è creare relazioni innovative e vincenti tra locals e turisti incoraggiando i principi del turismo responsabile tra viaggiatori, aziende, istituzioni e operatori turistici.
L’attuale edizione ha come tema la Bio-diversità, non solo ecologica, ma in primis la società globale e il sistema socio-economico dominante.

Il Festival farà tappa a Taranto dal 9 al 11 ottobre 2020 proponendo (seguendo le direttive sanitarie nazionali) una serie di eventi: itinerari a piedi e a pedali, passeggiate, escursioni in canoa e in catamarano. 

Tra le attività il 10 ottobre alle 10.30 sarà realizzato il percorso delle CASEMATTE della Città Vecchia di Taranto per far conoscere la città attraverso nuovi sguardi e linguaggi in luoghi poco battuti. Per definizione una ‘casamatta’ è una casa che nasconde ben altro, una polveriera esplosiva nel linguaggio militare. In questo caso sono considerate Casematte chi si prende cura della comunità con l’arte, l’artigianato o chi fa innovazione con poco: tante piccole storie ‘resistenti’ di gente esplosiva in questa città di non solo acciaio e inquinamento. 

Ciceroni d’eccezione sono i “Casamattari”, giovani del Centro Mediterraneo della Cooperativa Sociale ISACPro, promotore dell’iniziativa e specializzato nella promozione della vita indipendente nella comunità di persone con disabilità cognitive (disturbo autistico o la sindrome di Down).

L’iniziativa è nata dal progetto “32 aprile” nel 2018, atto a creare spazi di socializzazione e di accoglienza, anche in chiave turistica e culturale, coinvolgendo luoghi fuori dai soliti circuiti di visita grazie alla disponibilità di tante ‘case aperte’ a Taranto. Sono nati diversi itinerari che coinvolgono vari quartieri della città adatti ad accontentare le curiosità di chi vuole toccare con mano la vita quotidiana dei tarantini.

Seguono e condurranno l’evento due guide turistiche abilitate Azzurra Carucci di Puglia Pop Experience, società che ha come mission emozionare e coinvolgere ogni visitatore nelle abitudini della comunità ospitante, e Alessandra Cotugno presidente de La Palomba onlus associata ad AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile), che promuove e realizza un progetto educativo dei turisti e viaggiatori agendo nei settori del turismo sociale, del tempo libero e dell’ambiente e vice presidente di Creativiviaggi, un Tour Operator che organizza viaggi su misura in linea con i desideri dei viaggiatori e con la sostenibilità ambientale, culturale ed economica delle attività turistiche.  

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO > https://www.festivalitaca.net/portfolio-articoli/tappa-taranto-2020/

Facebooktwitterlinkedinmail